Incontri "in italiano"

Uno degli argomenti più discussi ed attuali tra gli insegnanti di lingua è naturalmente quello dell’uso della tecnologia nella didattica, sui cambiamenti che già sono in atto e su quelli che già si intravedono per il futuro. Altrettanta curiosità ed interesse esiste ovviamente dall’altro lato, in quello di chi apprende una lingua straniera. Sono molti i siti internet, i gadget elettronici, gli strumenti multimediali che promettono di assistere, se non rivoluzionare, i metodi tradizionali di apprendimento linguistico.
Meetup_Logo.jpg (400×294)In questo senso i vantaggi di poter usare la tecnologia sono sotto gli occhi di tutti, neanche varrebbe la pena soffermarsi troppo su come internet, in particolare, abbia dato vita ad una nuova era della comunicazione linguistica, permettendo di comunicare, di accedere a materiali multimediali, di condividere contenuti in qualsiasi idioma nel mondo, con tempi e costi ridottissimi.
Eppure alcune obiezioni sono ricorrenti, una delle quali vuole che le tecnologie tenderebbero ad isolare le persone, a creare comunità virtuali che sì, interagiscono, ma in modo perennemente mediato e non “autentico”, rispetto alla realtà che esiste al di fuori di uno schermo del PC.
Non è però sempre questo il caso, poiché a volte internet può rivelarsi uno strumento assai efficace per l’incontro diretto tra persone, magari proprio per praticare una lingua straniera. Uno dei casi più eclatanti è quello dei tanti “meetup” diffusi nel mondo.
Il fenomeno del “meetup” nasce da un sito internet nato negli Stati Uniti (http://www.meetup.com) , creato per facilitare l’incontro di gruppi di persone, in base a degli interessi comuni. Basta selezionare l’argomento a cui si è interessati, verificare se esistono gruppi che si riuniscono nei dintorni del proprio luogo di residenza, ed il gioco è fatto. Tipicamente i gruppi si ritrovano in luoghi pubblici come bar, ristoranti, biblioteche, per discutere in modo informale, senza un coordinamento esterno o dall’alto, di ciò che piace.
Questo sistema di aggregazione autogestito ha avuto notevoli risultati nell’ambito delle lingue, in quanto molta gente è costantemente alla ricerca di persone che vogliono praticare una lingua straniera. Recentemente ho partecipato ad alcuni meet-up negli Stati Uniti, dove questo sito ha avuto origine e le comunità esistenti sono più numerose; è stato davvero sorprendente vedere come tante persone diverse, compresi molti italiani residenti all’estero, si riunissero periodicamente, in modo del tutto spontaneo ed informale, in nome della lingua e della cultura italiana.
Anche in Italia esistono ovviamente numerosi meet-up sui più svariati contenuti ed è stato emblematico il caso di Beppe Grillo, che ha di fatto creato un movimento politico attraverso questa modalità libera d’incontro.
Per chi, dunque, volesse avere l’occasione di conversare in italiano stando all’estero, senza necessariamente passare per gli eventi organizzati da istituzioni ufficiali, non rimane che seguire un meet-up oppure fondarne uno. Con buona probabilità, in modo sorprendente, potreste trovare vicino a voi altre persone pronte a condividere il piacere di un buon aperitivo e quattro chiacchiere in allegria nella nostra amata lingua.

Share

Be the first to comment on "Incontri "in italiano""

Rispondi