Nuove tecnologie e manuali d’italiano

Sono ormai diversi anni che le case editrici specializzate nell’italiano a stranieri mettono a disposizione dei docenti materiali supplementari anche in formato elettronico, talvolta attraverso un CD-ROM allegato ai manuali, più spesso con attività presenti nei siti internet di appoggio al libro. Meriterebbe un discorso a parte il fatto che alcuni di questi siti offrono in verità pochissimi contenuti, tanto da sembrare più una scelta legata al marketing che al miglioramento dell’impianto didattico di un manuale.

Finalmente, da un po’ di tempo a questa parte, si comincia ad intravedere qualcosa di nuovo all’orizzonte, considerando che avere materiali multimediali di supporto ad un testo non è cosa di poco conto, l’usabilità del libro migliora sia in classe che a casa, oltre a rendere le attività potenzialmente più piacevoli e adattabili alle diverse abilità e stili cognitivi degli studenti.

Sono infatti in arrivo sul mercato i primi CD-ROM con i materiali per le “famigerate” LIM (le lavagne interattive multimediali); tra questi vi segnaliamo quello a supporto di Nuovo Progetto Italiano, il bestseller della Edilingua, e quello per il nuovo corso dell’Alma Domani. Un altro interessante utilizzo delle nuove tecnologie a supporto di un manuale è quello che sempre l’Edilingua ha scelto per Progetto Italiano Junior; è stato creato in questo caso un vero e proprio blog, quindi dinamico nei contenuti e non statico come un sito, che viene aggiornato con attività basate su video musicali presi da YouTube. Questo è il link al blog che, se anche non doveste utilizzare il corso, presenta risorse interessanti per chiunque. La scelta di creare un blog, oltre che segnare il passaggio ad un medium più attuale e pratico nella gestione, segna anche una scelta innovativa per superare l’ostacolo dei diritti d’autore nei manuali. Inserire tutte quelle canzoni in un CD supplementare sarebbe stato di fatto impossibile per i costi esorbitanti che la maggioranza delle canzoni e dei video celebri spesso presentano; attraverso un blog ed i link ai video di YouTube si aggira tale problema (almeno fino ad ora…), sebbene il legame con il testo di origine si faccia in un certo senso più labile ed il materiale sia a disposizione di tutti gli utenti della rete, non solo di chi acquista il libro.

 

Share

Be the first to comment on "Nuove tecnologie e manuali d’italiano"

Rispondi