Film per la classe: “Benvenuti al Sud”

Ogni settimana nella nostra scuola abbiamo un pomeriggio dedicato al cinema italiano, in cui la visione di un film diventa motivo di riflessione sulla nostra cultura e società, oltre che sugli stereotipi ad esse legati. In queste occasioni il dibattito che segue il film si trasforma spesso in uno spontaneo scambio interculturale, dove gli studenti hanno la preziosa opportunità di mettere a confronto opinioni, esperienze e giudizi con persone provenienti da tutto il mondo.

Un film che recentemente ci ha fatto ridere, dandoci infiniti spunti di discussione, è stato “Benvenuti al Sud”, di Luca Miniero. Per chi non lo avesse visto si tratta di una commedia lieve (divertente senza essere volgare!), rifacimento ben riuscito di un film francese di cui segue fedelmente le fattezze narrative, con Claudio Bisio come protagonista.

Sullo sfondo del confronto tra l’ambiente urbano di Milano e lo stile di vita in un paesino della costa del Cilento, il film tratta con simpatia e senza presunzione tantissimi stereotipi, veri o presunti, sulle persone, il cibo, il dialetto, la famiglia, la malavita ed altro ancora. In particolare l’enfasi data alle buffe differenze dialettali dei protagonisti offre un bell’esempio ai nostri studenti di come anche noi italiani siamo a volte “vittime” delle infinite varietà sociolinguistiche della nostra nella lingua.

Ecco il trailer del film:

Share

Be the first to comment on "Film per la classe: “Benvenuti al Sud”"

Rispondi