Fumetti e lingua italiana

edilingua

Già qualche anno fa avevamo parlato su questo blog di come si possono realizzare con l’aiuto di alcuni strumenti online degli splendidi fumetti da usare in classe (qui il link). Oltre a rappresentare una stimolante tecnica didattica, il fumetto è sempre più usato anche come vero e proprio input testuale autentico, forte dell’iconicità delle trame narrative e di un linguaggio vivo, che incrocia l’oralità con la scrittura. Non che in passato non si usasse, tutt’altro, ma recentemente alcune delle principali case editrici di italiano per stranieri hanno pubblicato nuovi interessanti materiali didattici basati sui fumetti che meritano senza dubbio attenzione.

Un classico del brivido per migliorare l’italiano

 

L’Edilingua propone una serie tutta dedicata al fumetto d’autore, presentato come stimolante materiale autentico e corredato da numerose attività didattiche per la comprensione del testo e per l’analisi linguistica. La prima uscita è letteralmente “da brividi”, infatti il fumetto scelto è Dylan Dog, il noto indagatore dell’incubo creato da Tiziano Sclavi nel 1986. L’opera è di assoluto fascino, anche se non è difficile pensare che parecchie persone non siano attratte dal genere horror. Insomma, non è un testo che lascia indifferenti, o si ama o si odia. Dal punto di vista linguistico il testo presenta una straordinaria densità di riferimenti culturali e sociolinguistici, non sempre semplici da cogliere nelle tante sfumature di significato e nel costante uso di un’ironia basata su giochi linguistici e doppi sensi, ma lavorare su un testo complesso ed “eccedente”, calibrando bene il compito degli studenti, è una modalità di lavoro sempre più condivisa nella didattica di oggi e sicuramente premiante.

Uno dei fumetti originali dell’Alma Edizioni

Anche l’Alma Edizioni è stata protagonista di un significativo “ritorno al fumetto”, ad esempio già all’interno del suo recente corso di italiano “Domani”, dove ogni capitolo è accompagnato da un episodio di una storia a fumetti. Tale storia è anche presente in versione animata tra le risorse multimediali del libro, creando una sorta di interessante  cartone animato. L’Alma Edizioni è però andata oltre, rendendo il fumetto addirittura protagonista di una collana speciale, “L’italiano con i fumetti“: in questo caso le storie non rappresentano dei classici del genere, ma sono state create dagli stessi autori Alma, su temi suggestivi legati alla cultura classica, alla storia italiana, alla società, sempre presentati in chiave originale e moderna.  Anche in questo caso i fumetti prendono vita sotto forma di una curatissima e piacevole animazione all’interno di vero e proprio canale televisivo online che la casa editrice ha reso disponibile sul proprio sito. L’obiettivo è sicuramente quello di sfruttare la forza comunicativa del fumetto, anche in versione animata e multimediale, per lavorare piacevolmente su una stimolante tipologia di materiale autentico e per confrontarsi con uno stile narrativo tanto ricco di spunti per la riflessione linguistica, quanto vicino ai gusti anche delle giovani generazioni.

Share

Be the first to comment on "Fumetti e lingua italiana"

Rispondi