Attività con la poesia: i grandi poeti italiani aiutano gli studenti.

poesiaQuesta attività si pone come obiettivo quello della scrittura creativa facilitata. Ma da che cosa? Agli studenti viene proposto il testo “In un momento” di Dino Campana. Gli studenti devono cambiare solamente i verbi in un testo già dato, e questo facilita di molto il loro lavoro.

L’attività è questa: viene presentato il testo di un autore poco conosciuto all’estero e senz’altro meritevole di attenzione quale è Dino Campana. La poesia scelta è inclusa nella raccolta “Canti Orfici” che è senz’altro l’opera di Campana più apprezzata anche dalla critica. Questa poesia ha la caratteristica di avere l’espressione “le rose” come protagonista. Agli studenti viene quindi chiesto, di cambiare i verbi, per modificare il senso della poesia. Spesso e volentieri i ragazzi prediligono una reinterpretazione in chiave umoristica, da me suggerita, e qualche volta cambiano anche l’espressione “le rose” con qualcos’altro.

Vengono dati 15 minuti per concludere la loro versione di “In un momento”, dopodiché ogni studente legge la propria ai compagni che commentano. Alla fine viene votata la migliore performance da tutti i componenti della classe.

Presento in questa articolo la produzione di Diogo, studente del mese di agosto, la cui poesia è stata scelta dai compagni come creazione più divertente.

Ecco la poesia originale a confronto con quella del nostro amico di Lisbona.

In un momento

In un momento

Sono sfiorite le rose

I petali caduti

Perché io non potevo dimenticare le rose campana

Le cercavamo insieme

Abbiamo trovato delle rose

Erano le sue rose erano le mie rose

Questo viaggio chiamavamo amore

Col nostro sangue e colle nostre lagrime facevamo le rose

Che brillavano un momento al sole del mattino

Le abbiamo sfiorite sotto il sole tra i rovi

Le rose che non erano le nostre rose

Le mie rose le sue rose

P.S. E così dimenticammo le rose.

DINO CAMPANA


In un momento (adattazione dalla poesia di Dino Campana)

In un momento

Sono cadute le arance

Le frutte cadute

Perché io non potevo lasciare le aranceio e Diogo

Le prendevamo insieme

Abbiamo mangiato le arance

Mangiavo le sue arance mangiavo le mie arance

Questo viaggio chiamavamo aranciata

Colla nostra voglia e colle nostre mani mangiavamo le arance

Che non restavano un momento al sole del mattino

Le abbiamo mangiate sotto l’ombra tra le pietre

Le arance che non erano le nostre arance

Le mie arance le sue arance

P.S. E così abbiamo finito le arance

DIOGO

Share

2 Comments on "Attività con la poesia: i grandi poeti italiani aiutano gli studenti."

  1. Mi piace la poesia di Campana, ma Diogo mi e’ sembrato piu’ energico, forse per la grande presenza di vitamina C nella sua versione :)

  2. danielegiven | 09/10/2009 at 12:03 |

    La poesia come diceva Neruda “non è di chi la scrive, ma di chi ne ha bisogno”… complimenti a Diogo per la sua “energetica” trasformazione…

Rispondi