“Senti che storia!”: il primo libro della nostra scuola!

Dopo mesi di lavoro incessante possiamo finalmente dirlo: è uscito “Senti che Storia!“, il primo libro realizzato dalla nostra scuola in collaborazione con la ELI Edizioni. Nato come primo volume di una nuova collana di percorsi culturali didattizzati per la classe di italiano a

Senti che Storia!

stranieri, “Senti che storia!” rappresenta il frutto di anni di sperimentazioni culturali e didattiche svolte in parallelo dai due autori, le due “colonne” dell’Edulingua Luca Di Dio e Rosella Bellagamba. Prendendo spunto da alcune delle più celebri canzoni italiane, da Fratelli d’Italia a Bella ciao, da Tu vuo’ fa’ l’americano a Nessuno mi può giudicare, il libro racconta la storia del nostro Paese in musica, mantenendo comunque l’attenzione sulla riflessione linguistica, per studenti che vanno dal livello A2 a B2. Per ulteriori dettagli sui contenuti del libro, vi lasciamo alle parole del dott. Graziano Serragiotto, coordinatore del Laboratorio Itals dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, autore della prefazione:

Il libro “Senti che storia!” si pone come un’avvincente sfida glottodidattica. Non
solo in quanto l’uso in classe della canzone suscita di per sé motivazione negli
apprendenti e permette di creare interesse verso la cultura italiana in generale,
ma anche perché i dieci percorsi tematici che raccontano la storia d’Italia arrivano
proprio in un anno particolare, quello della celebrazione dei 150 anni dell’Unità e
permettono di ridare importanza alla storia contemporanea.
Oltre all’obiettivo culturale il libro propone un valido percorso di apprendimento
linguistico per studenti stranieri (ma non solo), partendo dall’idea che attraverso
input autentici e motivanti si impara meglio una lingua. L’attenzione si sposta
dalla lingua al contenuto e ciò favorisce l’acquisizione e abbassa il filtro affettivo
in una differente concentrazione sulle strutture astratte.
Dal punto di vista linguistico, infatti, in ogni percorso vengono potenziate in
modo bilanciato sia le principali abilità linguistiche sia quelle integrate attraverso
la partecipazione attiva e creativa degli studenti; nel pieno della didattica
umanistico-affettiva, il tutto viene fatto in modo accattivante con numerose
attività ludiche che combinano le conoscenze acquisite mediante l’analisi dei
diversi contesti storici con aspetti morfosintattici. Viene proposta altresì una
efficace esposizione dei lettori a diverse varietà sociolinguistiche, diacronica e
diatopica in particolare, a testimonianza di un modello di rappresentazione della
lingua mai statico, ma ricco delle sue tante, autentiche sfumature.
Dunque “Senti che storia!” non vuole essere un testo di storia, ma un testo per
apprendere l’italiano attraverso la storia, utilizzando la canzone come genere
perché, oltre alle implicazioni di valore legate alla cultura e alla lingua, essa
rappresenta un documento autentico capace di stimolare l’interesse e di fare da
ponte tra la cultura passata e quella attuale.
Per rendere più vivi e interessanti i momenti storici presi in esame, infatti, gli
autori propongono in ogni percorso collegamenti con l’attualità e la quotidianità,
in un’ottica pienamente interculturale capace sia di creare un link con le culture
‘altre’, sia di favorire la comprensione di quanto accade ai giorni nostri.

Il libro, concepito grazie ad un’esperienza ultradecennale nell’insegnamento
della lingua e cultura italiana a italiani e stranieri, sia in Italia che all’estero, è
stato sapientemente tarato per discenti che vanno dal livello A2 al B2 del Quadro
Comune Europeo; le strutture vengono presentate in modo induttivo, facendo
sì che sia lo studente a scoprire le regole e lasciando comunque la possibilità al
docente di svolgere gli opportuni approfondimenti.
È stato svolto un buon lavoro a livello di lessico, mediando l’ovvia complessità del
frasario relativo alla storia dei vari periodi con le reali necessità dei discenti.
In tal modo “Senti che storia!” diventa uno strumento particolarmente flessibile e
snello che può essere usato come riferimento monografico per un corso dedicato
alla Storia d’Italia, come approfondimento culturale di un corso di lingua o per
ricavare attività specifiche che prendono spunto direttamente dalle canzoni o
dagli argomenti linguistici proposti”.
Graziano Serragiotto
Università Ca’ Foscari – Venezia

Il libro, appena presentato alla Fiera del Libro di Francoforte, sarà presto disponibile nel catalogo della ELI e verrà distribuito in numerosi paesi esteri.  Per informazioni sull’acquisto, potete contattarci al nostro indirizzo: info@edulingua.it

Share

2 Comments on "“Senti che storia!”: il primo libro della nostra scuola!"

  1. E noi a Lima, al Centro di Lingua e Cultura Italiana, lo stiamo utilizzando!

    http://www.facebook.com/CentroLinguaCulturaItaliana.Lima

  2. Yara Batassa | 16/04/2012 at 18:58 |

    Buona sera,

    Sono insegnante d’italiano qui ad Alphaville, San Paolo, Brasile e quando sono stata al corso da voi nel 2006 ho avuto l’opportunità ed allegria di avere una lezione di cultura con il prof. Luca di Dio sulla storia d’Italia tramite i vari dialetti e ne sono rimasta entusiasta.
    Adesso ho visto che c’è il libro Senti che Storia ma qui in Brasile ancora non sono riuscita a trovarlo e nemmeno sul sito della Feltrinelli.
    Mi piacerebbe far conoscere ai miei alunni questo tipo di lezione e vorrei sapere come posso fare per aquistarlo.
    È solo da voi o c’è qualche posto in Italia o in Brasile dove lo posso trovare?

    Cordiali saluti,

    Yara Batassa

Rispondi